Monofrequenza o multifrequenza?

La domanda che tutti ci siamo fatti almeno una volta quando siamo entrati in palestra.

Dai novizi ai più “esperti” frequentatori di palestra ho sentito dire: “oggi faccio petto”oggi faccio braccia” e di solito aspettano una settimana per ripetere lo stesso allenamento. Magari capita che con i gruppi favoriti dai maschietti si ripeta l’allenamento di “petto” ma sicuramente con un`intensità inferiore o con un affaticamento che non permette di concludere le serie preposte. Generalmente chi utilizza la monofrequenza porta gli esercizi ad esaurimento muscolare, spingono finché c’è ne. Ma è realmente utile?

Il problema che sta alla fonte di questa programmazione è cosa sta dietro all’atleta. Se sei un atleta natural, bruciare un gruppo muscolare, non utilizzarlo per una settimana, non è efficiente e oltretutto dealleni il muscolo. E’ la motivazione principale per cui non si cresce. Se sei un atleta che usa sostanze, sicuramente avra i suoi benefici, anche perché recuperi più velocemente dal trauma muscolare, ma per quanto mi riguarda è un mondo che lascio ad altri.

La multifrequenza è tutta un altra cosa. Allenare i muscoli più volte a settimana, calcolando tutte le variabili possibili, da i suoi frutti.Immaginate un qualsiasi altro sport: calcio, nuoto, basket, pallavolo,ecc…Negli allenamenti sicuramente avrete una componente di specificità, per esempio: allenare i calci piazzati nel calcio, tiri liberi nel basket,il bager nella pallavolo ecc ecc… Ma una volta fatta una bella punizione o un bel tiro libero vi fermate lì? Aspettate una settimana per replicarlo? O affinate il gesto e imparate a replicarlo anche meglio? La risposta è semplice.

Non si può avere una grandissima intensità nella multifrequenza. Abbiamo però delle variabili come il volume su cui lavorare, modulazione dei carichi, possiamo adattare le sedute pesanti e leggere adattabili al nostro stile di vita (che non è poco). Impariamo schemi motori, ed eseguendoli correttamente, si avrà molta più possibilità di costruire muscoli. Teniamo in conto che esercizi di base come squat, panca e deadlift hanno bisogno di essere provati più volte per essere assimilati. Pensate a quanto volume allenante potreste avere!!

Quindi la risposta alla domanda e’: sia che sei un novizio che un esperto (natural o drug free) sicuramente: multifrequenza e multiarticolari

Senza tralasciare esercizi di muscolazione, a cicli ben definiti di allenamento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...